Benzina: 5 miliardi il tesoretto grazie a rincari

Il tesoretto accumulato dal Fisco grazie ai rincari dei prezzi dei carburanti, pari a 5 miliardi di euro, deve essere restituito ai cittadini, che da anni pagano una tassazione abnorme sui
carburanti – afferma il Codacons – Proprio il prossimo 19 giugno, il Tribunale di Roma si pronuncerà in merito alla causa intentata dal Codacons contro il Governo Italiano, finalizzata a
far ottenere agli automobilisti la restituzione di oltre 67 miliardi di euro, somma incassata dallo stato dal 2003 al 2007 attraverso le tassazioni che gravano su benzina e gasolio, e che hanno
determinato prelievi fiscali »incostituzionali».

Si tratta infatti di somme – spiega l’associazione – non previste come introito nei bilanci preventivi del Parlamento per i vari anni dal 2003 al 2007, e che quindi costituiscono un introito in
più, non dovuto, ma che ha rappresentato un vantaggio per l’erario e un danno per i consumatori, soprattutto alla luce delle varie promesse dei Governi che si sono succeduti – purtroppo
non mantenute – di ridurre la pressione fiscale sui carburanti.

Leggi Anche
Scrivi un commento