Associazione Relais & Châteaux: Il 2011 chiude in crescita del 5%

Associazione Relais & Châteaux: Il 2011 chiude in crescita del 5%

La prestigiosa associazione, che raggruppa oltre 520 strutture d’eccellenza nel mondo, chiude l’anno fiscale con un fatturato di 1457 milioni di euro registrando una crescita del 5% rispetto
all’esercizio precedente. Le prenotazioni hanno registrato un incremento del 4,1 %, con un prezzo medio di 314 euro per prenotazione ed una durata media di 2,4 notti.

Molto positivi anche i dati relativi agli associati Italiani: l’income è pari a 93 milioni di euro, 7,7 % rispetto al 2010. L’aumento è dovuto ad un 5,7% dei pernottamenti e 2%
dei coperti dei Grands Chefs Relais & Châteaux sull’anno precedente. Secondo i dati pervenuti attraverso il Barometro – Business Survey 2011 al quale hanno aderito circa 70 % degli
associati della delegazione Italiana, il profilo dell’ospite si aggira sui 47 anni, prevalentemente Leisure (81,8%) di nazionalità italiana (32,9 %) seguito da USA & Canada (13,2 %),
UK e Irlanda (7,9%) e Francia (7,6 %). L’incremento dello 0,6 % è stato registrato per i mercati dell’America Latina e Russia/Centro ed Est Europeo.

“Sono dati molto positivi”, sottolinea Jaume Tapiès Presidente Internazionale di Relais & Châteaux, “legati da un lato alla natura di Relais & Châteaux, il fatto di
essere un’associazione dei migliori hotel di charme e ristoranti gourmet che risulta differente dalle altre associazioni alberghiere proprio per l’ alta differenziazione e il fascino di ogni
singola dimora. Un altro fattore importante” – prosegue Tapiès – “sono i segnali positivi che vengono dai nostri associati nel mondo. Infatti il 9% prospetta un forte miglioramento sul
giro d’affari, il 30% una evoluzione positiva ed il 40% prevede una maggiore stabilità.”

L’Italia porta in dote sette novità (cinque presenti nella Guida e due nuove eccellenze nel gennaio di quest’anno). Le novità della Guida 2012 in cui l’arte del ricevere è
al contempo generosa e raffinata sono: il Bellevue Syrene 1820 (Sorrento – Campagna), La Peschiera (Monopoli – Puglia) e i due Grands Chefs del Combal.Zero (Rivoli – Piemonte) e della moresca
Villa Crespi (Orta San Giulio – Piemonte). Lo Chef Antonio Guida de Il Pellicano, già dimora Relais & Châteaux, è stato accolto tra i Grands Chefs dell’Associazione. A
gennaio due nuove entrate romane: Palazzo Manfredi e Regina Hotel Baglioni. Con questi ingressi le dimore italiane associate sono 45.

A PROPOSITO DI RELAIS & CHÂTEAUX

Relais & Châteaux è un’esclusiva collezione di 518 dei migliori hotel di charme e ristoranti gourmet in 60 paesi. Costituita in Francia nel 1954, la missione
dell’Associazione è di divulgare la sua unica art de vivre nel mondo, selezionando strutture d’eccezione con una tradizione e un patrimonio ineguagliabili.

Relais & Châteaux è anche una famiglia di hôteliers e Grands Chefs da tutto il mondo che condividono la passione e l’impegno personale per riservare ai propri ospiti
momenti di eccezionale armonia. Scegliere Relais & Châteaux equivale a vivere un’indimenticabile celebrazione dei sensi.

Dalle vigne nella Napa Valley alle spiagge di Bali, dagli olivi in Provenza ai lodges in Sud Africa, Relais & Châteaux offre l’opportunità di esplorare la propria “Route du
Bonheur” alla scoperta di ogni speciale luogo in un’ infinita varietà di paesi.

La firma Relais & Châteaux riflette questa ambizione: “OVUNQUE NEL MONDO, UNICO AL MONDO”

http://www.relaischateaux.com

Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento