Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Allarme dell’Onu nei Paesi più poveri crescono i prezzi dei prodotti alimentari

Image 2008-12-11 16:14:02

Roma – Nelle regioni più povere del mondo la crisi economica ha avuto un impatto drammatico sui prezzi del cibo. A lanciare l’allarme è l’Onu, secondo quanto riporta il
Financial Times.   

Le analisi della Fao mostrano che i paesi in via di sviluppo continuano a scontare l’impennata del costo dei beni alimentari. La situazione, anzi, si è ulteriormente aggravata a causa del
rallentamento della crescita economica.

Sebbene il prezzo di mais, grano, riso e degli altri principali prodotti sul mercato internazionale sia crollato in un anno del 40-60%, infatti, i prezzi alimentari locali nella maggior parte dei
paesi dell’Africa subsahariana sono più alti oggi di un anno fa.  
 
In Malawi, spiega la Fao, il riso costa 1.11 euro al chilo, più del doppio rispetto a un anno fa. In Zambia per comprare un chilo di mais bianco ora servono 28,185 kwacha (3.69 euro),
mentre un anno fa bastavano 17,5 kwacha.  

Secondo la Coldiretti, le speculazioni sulla fame hanno bruciato nel mondo quasi 200 miliardi di dollari in grano, con il crollo delle quotazioni per i produttori e l’aumento della spesa per i
consumatori.

Ansa.it per NEWSFOOD.com