Alimenti: sequestrati a Napoli 10 quintali di latte cinese sospetto

 

Ancora una volta il CfS si è rivelato strumento fondamentale nel campo dei controlli, necessari per garantire i consumatori e fornire loro tutti gli elementi di trasparenza e di
rintracciabilità sui prodotti agroalimentari, ma anche per tutelare i produttori del settore da fenomeni di concorrenza sleale, provenienti dalla Cina. Cosi è intervenuto
il Rappresentante della Consulta Nazionale dell’Agricoltura e Agroalimentare, Rosario Lopa, sull’operazione Lanterne Rosse, che vede impegnati gli uomini del Corpo
Forestale, guidati dal Coordinatore Regionale, Fernando Fuschetti e dal Comandante Provinciale, Vincenzo Stabile, nel controllo e sequestro di latte e alimenti di importazione cinesi
non conformi.

Questa operazione giunge quanto mai tempestiva per rassicurare, continua Lopa, i consumatori e dimostra una volta di più quanto sia attenta l’azione di controllo esercitata nel
comparto agroalimentare. Proprio in questi giorni, ha ribadito l’esponente della Consulta, avevo inviato una relazione al Cfs, per conoscere le iniziative necessarie per tutelari
i cittadini napoletani, vista la notevole presenza di rivendite cinesi sul territorio. Mai risposta fu più tempestiva. Le puntuali azioni messe in campo a tutela dei cittadini,
ha concluso Lopa, evidenziano una capillare capacità di controllo su tutto il territorio nazionale e rappresentano la migliore garanzia per i cittadini contro ogni forma di frode
nella produzione e commercializzazione degli alimenti.

 

Leggi Anche
Scrivi un commento