Agricoltura, CIA: «la Conferenza nazionale è un'opportunità importante»

«La Conferenza nazionale sull’agricoltura è un’opportunità importante per il settore primario e va, quindi, sostenuta e incoraggiata, eludere il confronto e la discussione
è sbagliato, invece, bisogna impegnarsi perché il dialogo sia serrato e costruttivo in modo da individuare le strade opportune di un effettivo sviluppo attraverso chiare scelte
innovative».

Lo ha sostenuto il presidente della Cia-Confederazione italiana agricoltori Giuseppe Politi sottolineando che l’organizzazione parteciperà attivamente all’iniziativa istituzionale.

«La Conferenza sull’agricoltura -ha aggiunto Politi- è un appuntamento che la Cia ritiene fondamentale per il futuro dell’intero settore. La nostra è stata l’organizzazione
professionale agricola che l’ha proposta fin dal luglio del 2004. Non possiamo, quindi, che accogliere positivamente l’avvio del percorso che ci condurrà all’iniziativa finale della
prossima estate».
«Nella precedente legislatura la Conferenza nazionale sull’agricoltura -ha rimarcato Politi- era stata annunciata e poi inspiegabilmente accantonata. Questa rinuncia, come più
volte abbiamo sostenuto, è stato un errore. E’, infatti, necessario un confronto alto sull’agricoltura, in uno scenario in cui tutto cambia in fretta. La Conferenza dovrà,
pertanto, delineare un organico progetto di sviluppo e competitività nei confronti del quale le istituzioni e le rappresentanze agricole possano assumere le proprie
responsabilità, impegnandosi a realizzarlo».

«Per questo motivo, fin da adesso, nell’esprimere apprezzamento per l’iniziativa, riconfermiamo -ha detto il presidente della Cia- tutto il nostro impegno e la nostra collaborazione,
affinché la Conferenza riesca nel migliore dei modi, dando risultati concreti e fornendo ai produttori agricoli le risposte che attendono».
«Pur non sottacendo i problemi inerenti il quadro politico e di governo, riteniamo -ha concluso Politi- fondamentale che la Conferenza, avviata alla presenza del Presidente della
Repubblica, debba perseguire gli obiettivi prefissati».

Leggi Anche
Scrivi un commento