Site icon Newsfood – Nutrimento e Nutrimente – News dal mondo Food

Accordo 16 febbraio 2008 per i dipendenti di attività di contoterzismo in Agricoltura

In data 26 febbraio 2008, UNIMA e FAI-CISL, FLAI-CGIL, UILA-UIL hanno firmato l’Accordo del 16 febbraio 2008 per il rinnovo del CCNL che interessa i dipendenti delle imprese che esercitano
attività di contoterzismo in agricoltura. L’accordo ha durata quadriennale (dal 1 gennaio 2008 al 31 dicembre 2011) salvo le norme per le quali è prevista apposita decorrenza e
durata.

Retribuzione
A seguito dell’accordo, i minimi per effetto degli aumenti retributivi stabiliti dalle Parti (del 6,1% su ogni singolo livello: 3,1% con decorrenza 1.1.2008; 3% con decorrenza 1.1.2009) sono:

Livelli

Minimi al 31.12.2007

Minimi all’1.1.2008

Minimi all’1.1.2009

1

1.434,94

1.479,42

1.522,47

2

1.361,82

1.404,04

1.444,89

3

1.271,47

1.310,89

1.349,03

4

1.177,52

1.214,02

1.249,34

5

1.124,63

1.159,49

1.193,23

6

999,23

1.030,21

1.060,18

Previdenza complementare
Le parti hanno inteso aderire al Fondo di previdenza complementare volontaria denominato Alifond.
Le contribuzioni dovute al Fondo, da parte del lavoratore aderente e del datore di lavoro dal quale dipende, sono costituite da:
– 1% a carico dell’azienda commisurato alla retribuzione utile per il calcolo del T.F.R. nel periodo di riferimento;
– 1% a carico del lavoratore commisurato alla retribuzione utile per il calcolo del T.F.R. nel periodo di riferimento;- una quota di T.F.R. pari al 2% della retribuzione utile per il calcolo
del T.F.R. maturato nel periodo di riferimento successivo all’iscrizione al Fondo per i lavoratori già occupati alla data del 28 aprile 1993;
– il 100% del T.F.R. maturato nel periodo di riferimento successivo all’iscrizione al Fondo per i lavoratori, anche a part-time, occupati dopo il 28 aprile 1993.
Il versamento della contribuzione al Fondo di previdenza complementare deve essere effettuato a partire dalla data di effettivo esercizio del Fondo stesso. Tale versamento sarà
effettuato a cura del datore di lavoro e con le modalità stabilite dalle parti.

Mansioni e cambiamento dl qualifica
Le parti stipulanti l’Accordo hanno convenuto che il lavoratore deve essere adibito alle mansioni relative alla qualifica di assunzione e retribuito con il trattamento economico ad essa
corrispondente.
Il lavoratore che, per esigenze dell’azienda, sia adibito a mansioni di qualifica superiore, acquisisce il diritto, per tutto il periodo in cui svolge detta mansione, al trattamento economico
previsto per la qualifica superiore.
Il lavoratore acquisisce il diritto alla qualifica superiore dopo aver svolto, con carattere continuativo, le mansioni proprie di detta qualifica, per un periodo:
– per gli operai – di 25 giorni
– per gli impiegati – di 2 mesi
Il suddetto passaggio di qualifica dovrà essere effettuato anche nel caso in cui le mansioni di qualifica superiore siano disimpegnate dal lavoratore non continuativamente, purché
la somma dei singoli periodi raggiunga almeno:
– per gli operai: 40 giorni nell’anno solare;
– per gli impiegati: 4 mesi nell’arco di 18 mesi
La temporanea sostituzione di un lavoratore appartenente alla qualifica superiore, ove la medesima abbia avuto luogo per sostituzione di lavoratore assente con diritto alla conservazione del
posto, non dà diritto a passaggio alla qualifica superiore.

Apprendistato professionalizzante

Durata

La durata massima del periodo di apprendistato è fissata come segue:

Livelli

1° periodo

2° periodo

3° periodo

Durata complessiva

16 mesi

16 mesi

16 mesi

48 mesi

12 mesi

12 mesi

12 mesi

36 mesi

4° e 5°

 

 

24 mesi

24 mesi

Accordo 16 febbraio 2008 dipendenti di attività di contoterzismo in
Agricoltura

Exit mobile version